Articolo sul "Sole 24 ore"

10/01/2014

CIRCUITI STAMPATI AD ALTA TECNOLOGIA

L’azienda TVR, con sede a Schio (Vi) produce con il plus della qualità e velocità il cuore di tutta la tecnologia che ci circonda

 

Il mercato europeo dei Pcb continua a subire la concorrenza asiatica che però ancora non è incisiva nei mercati delle specialities, i quali necessitano dello sviluppo di tecnologie emergenti con omologazioni e certificazioni speciali nonché di un servizio impeccabile in termini di qualità e tempi di consegna. Più di 2000 aziende utilizzano il “servizio” TVR con prodotti di diversa complessità, dal doppia faccia al 34 strati, al rigido flex, con materiali diversi, alto TG ecc..

Per il mercato italiano ed europeo il time-to-market risulta determinante e i player hanno estrema necessità di campionare immediatamente i propri progetti per arrivare sul mercato prima possibile.

Sono dunque indispensabili aziende dinamiche, capaci di offrire innovazione tecnologica, un alto livello del servizio e, soprattutto, con un processo produttivo flessibile e veloce.

Qui entra in gioco la scledense TVR, azienda leader nella produzione di circuiti stampati.

“Per i nostri clienti realizziamo campionature “just in time” di circuiti stampati ad alta tecnologia - afferma Luciano Robestainer, amministratore unico di TVR -. Le realizziamo in tempi rapidissimi, anche se poi la produzione spesso viene delocalizzata in paesi che offrono condizioni economiche migliori rispetto all’Italia. Per i progettisti è fondamentale vedere subito il risultato dei loro progetti, avere subito la sensazione pratica di idee e intuizioni in grado di anticipare il mercato.

Riusciamo a sopravvivere alla crisi proprio puntando su altissima tecnologia e velocità di produzione. Realizziamo almeno 20 prodotti diversi ogni giorno, ma per essere competitivi ed offrire eccellenza occorrono investimenti ingenti in tecnologia e in questo momento è difficile accedere al credito per una politica comunitaria che ha poi una ricaduta non favorevole per le imprese. Per questo, tutti gli investimenti nel 2013 sono stati effettuati con il cash flow mettendo a rischio la liquidità dell’azienda”.

Per fortuna la tecnologia d’avanguardia di TVR le consente di soddisfare le più importanti aziende operanti nei settori aerospaziale, automobilistico, telecomunicazioni, semiconduttori, difesa, , sanità/medicale. Così, nonostante la crisi, il fatturato 2012 è stato di poco inferiore ai 5 milioni di euro.

“Prima lavoravamo con ordini aperti sull’anno anche per milioni di euro - aggiunge Robestainer -, oggi si lavora con ordini spot. Quest’anno inoltre dovrebbe essere l’anno horribilis del settore, ciò nonostante continuiamo a puntare sull’innovazione e abbiamo già approvato per il 2014 un investimento sostanzioso per un upgrade tecnologico”.

 

Pubblicato sul “Sole 24 Ore” il giorno 16 dicembre 2013